Tour virtuale dell’Alto Adige: dal canyon ai musei

.Gola-di-Bletterbach_credit-IDM-Alto-Adige_oooyeah.de_immagine

Tour virtuale dell’Alto Adige: visite nei musei, laboratori creativi e un viaggio nello spettacolare canyon tra le Dolomiti. L’Alto Adige arriva direttamente a casa. 
Un noto proverbio recita “Se la montagna non va da Maometto, Maometto va alla montagna”. Di questi tempi, chiusi tra le mura domestiche, andrebbe modificato il detto a favore della variante che vede le frasi invertite. Oggi è, infatti, l’Alto Adige, metaforicamente la “montagna” ad arrivare nelle case dei curiosi e degli appassionati per far scoprire virtualmente nuovi posti, o rivisitare i posti del cuore.
Con tour virtuali nei musei tra storia, arte ed archeologia, laboratori creativi e un viaggio nella profondità del canyon, la gola del Bletterbach: il territorio altoatesino ha molto da offrire a grandi e bambini, il tutto comodamente a portata di click!

Il Tour virtuale nel canyon tra le Dolomiti

Sconosciuto ai più, tra i paesi Aldino e Redagno spicca il canyon del Bletterbach, antico quanto l’ultima era glaciale (circa 18mila anni fa), lungo 8 km e profondo circa 400m.

.Gola-di-Bletterbach_credit-IDM-Alto-Adige_oooyeah.de_

Visitabile attraverso un tour virtuale che mostra il panorama dall’alto e attraversa la profondità della gola, il luogo dal sapore preistorico affascina anche i più piccoli grazie a piante fossilizzate e sedimentazioni marine con conchiglie, chiocciole e ammoniti che vissero nei mari tropicali delle Dolomiti milioni di anni fa e che illustrano la storia movimentata del nostro pianeta.

I tour virtuali nei musei

Uno dei luoghi più noti del territorio è il Museo Archeologico dell’Alto Adige a Bolzano cheospita la celebre mummia Ötzi, risalente ad oltre 5.000 anni fa. Scoperta casualmente dadue alpinisti nel 1991 sul ghiacciaio della Val Senales, con tutti i suoi indumenti e l’equipaggiamento, la mummia è esposta all’Archeologico dal 1996.

credit_Museo-Archeologico-Alto-Adige_Kager-OHGmeraner-hauser.com

Il museo è visitabile a distanza grazie a due app con audioguida, una per grandi, l’altra per i più piccoli (scaricabili su dispositivi Android e iOS). L’audioguida multimediale per adulti accompagna gli utenti attraverso la mostra permanente “Ötzi, l’Uomo venuto dal ghiaccio” che contiene 23 punti tematici con informazioni e retroscena sulla mostra, immagini ed una mappa interattiva del museo per un totale di 45 minuti di guida. I bambini, d’età compresa fra i 6 e i 10 anni, possono invece scaricare gratuitamente l’audioguida “MISSION ÖTZI”, disponibile nelle tre lingue italiano, inglese e tedesco.

credit_Museo-Archeologico-Alto-Adige_Augustin-Ochsenreiter

Per gli amanti della natura che si vogliono avvicinare al mondo degli orsi è possibile visitare il sito del Museum Ladin Ursus Iadinicus, a San Cassiano, dedicato alla storia dell’orso preistorico delle Dolomiti. L’esposizione virtuale permette di conoscere la storia e l’ambiente dell’orso delle caverne, vissuto 40.000 anni fa. Il museo offre inoltre la possibilità di scaricare un app con informazioni utili fornite attraverso giochi e quiz.

I laboratori creativi da fare a casa

Il Museo d’arte moderna e contemporanea di Bolzano, Museion, propone #TeleMuseion, una serie di iniziative sui propri canali – web e social – per rimanere virtualmente vicino al pubblico con approfondimenti sulle mostre ed attività di partecipazione “a distanza”. Tra le iniziative più interessanti si segnala il tour per scoprire il progetto “Bestiario de Lengüitas”. Con questa mostra, esposta al museo, l’artista argentina Mercedes Azpilicueta – attraverso la combinazione di strategie visive e teatrali e una forte componente umoristica – invita il pubblico a mettere in discussione i modi in cui abitiamo il pianeta.

Museion_credit-IDM-Alto-Adige_Alex-Filz

Navigando sempre sul sito del Museion, da non perdere il laboratorio di scrittura creativa “Museion Ink”. Per il pubblico più giovane il museo offre il laboratorio creativo “Mi trasformo!” dedicato ai bambini dai 4 e agli 11 anni che, attraverso video tutorial, sono chiamati a dare libero sfogo alla loro fantasia realizzando la propria creatura immaginaria. E per stimolare la scrittura creativa, i ragazzi dai 7 agli 11 anni possono seguire l’iniziativa “la poesia casuale!” per tro-vare e inventare nuove poesie e storie.

Info: www.suedtirol.info

Credits in copertina: foto Gola-di-Bletterbach_credit-IDM-Alto-Adige_oooyeah.de_immagine

E' TEMPO DI SCIOGLIERE LE VELE... I MARI ITALIANI TI ASPETTANO