Dolomiti sulle due ruote

I MIGLIORI ITINERARI PER MOUNTAIN BIKE IN VAL PUSTERIA

I migliori itinerari dolomitici da percorrere in bicicletta? Ve li sveliamo noi, partendo dalle splendide Dolomiti di Sesto, patrimonio dell’umanità dall’UNESCO dal 2009. Per chi è allenato, i motivi per scegliere la zona delle Tre Cime di Lavaredo nelle Dolomiti sono: lo stupendo Stoneman-Trail di Roland Stauder, la leggendaria marathon Dolomiti Superbike, i passi dolomitici e itinerari classici per la bici da corsa. Per le famiglie e per chi non è allenato c’è la pista ciclabile della val Pusteria fino a Lienz o Brunico, adatta per cicloturisti ed e-biker.

La valorizzazione del territorio è stata portata avanti da Roland Stauder, pioniere della MTB ed ex professionista di crosscountry, che ha riconosciuto il valore dell’Alta Pusteria e ha segnato i sentieri più belli con ometti di pietra, facendo così nascere lo Stoneman-Trail, chilometri di pista per MTB che attraversano i più bei paesaggi dolomitici, tra scenari lunari di pietre e massi che si alternano a dolci pascoli immersi in vallate bucoliche.

Qui la natura è intatta e i percorsi presentano vari livelli di difficoltà: a ognuno il suo. Ed ecco i consigli (clicca e leggi) di Walter Holzer, proprietario del Berghotel, hotel delle Dolomiti di Sesto bikers-friendly, sulle più belle escursioni in MTB per scoprire le Dolomiti in Alta Pusteria.

LA PIU’ PANORAMICA – Prato Piazza – Malga Stolla

Si parte direttamente dal Berghotel di Sesto e si arriva alla ciclabile San Candido – Dobbiaco per proseguire sempre sulla ciclabile in direzione Cortina d’Ampezzo e arrivare fino a Carbonin. Dopo circa 200 metri parte sulla destra una comoda strada forestale che al termine di 7 km di salita finisce a Prato Piazza. Si attraversano i prati voltando a sinistra per arrivare alla malga Stolla, dalla quale un grazioso sentiero di medie difficoltà tecniche ci porta a valle a Ponticello. Qui si intraprende il sentiero numero 37 per Braies, per proseguire infine per Villabassa, Dobbiaco, San Candido e Moso sempre rimanendo sulla ciclabile. Consiglio di Walter Holzer: da Prato Piazza sul Monte Specie (2.400 m), 300 m di dislivello ma sarete ripagati dalla vista mozzafiato.

LA PIU’ ADRENALINICA – Stoneman Trail e il Passaggio Demut

Un’escursione per esperti: partenza sempre dal Berghotel si prosegue per il Rifugio Larice fino al Monte Elmo. A destra si prosegue per il Rifugio Gallo Cedrone e più avanti fino al Rifugio Sillianer, che si trova già in Austria. Si prosegue sul sentiero n. 403 (in parte bisogna spingere la bici) seguendo il segno dello “Stoneman” fino al piccolo cimitero di guerra. Qui si scende per circa 500 metri e poi a sinistra dove si rimane in quota fino al Passo Silvella. Il passaggio Demut è lungo in tutto 7 km. Il sentiero è stretto ed esposto e consigliato solo agli esperti, mentre il panorama ed il paesaggio sono da cartolina. Da Passo Silvella si scende giù a Malga Nemes ed il Passo Monte Croce. Dal Passo lungo il torrente si torna a casa.

PER TUTTI – Rifugio Tre Scarperi e Val Campo di Dentro

Questo semplice giro di 22 chilometri parte dal Berghotel lungo la ciclabile di Sesto e prosegue fino al parcheggio della Val Campo di Dentro. Qui bisogna voltare a sinistra prima per una strada in asfalto e poi sterrata fino al Rifugio Tre Scarperi. Per tornare si prende il sentiero n. 105, un grazioso sentiero che ci porta al Gasthof zum Klaus/Alte Säge e poi a casa per la ciclabile. Il dislivello totale è di solo 500 metri: l’escursione è adatta a tutti.

DOVE DORMIRE

Ai bikers suggeriamo sicuramente il Berghotel di Sesto. Lo consigliamo perché è membro dei Bike Hotels, un marchio che garantisce che gli stessi albergatori, in questo caso la famiglia Holzer, sono biker appassionati e organizzano bike tour guidati. I garage per le bici dei BikeHotel sono perfettamente equipaggiati con tutti gli attrezzi per delle piccole riparazioni; il punto-lavaggio bici offre detergenti, spazzole e spugne; a disposizione degli ospiti ci sono dispositivi di asciugatura per l’abbigliamento ciclistico.

Il Berghotel è situato direttamente sullo Stoneman trail e sul percorso del Dolomiti Superbike; sempre dall’hotel parte la ciclabile San Candido – Lienz e San Candido – Brunico, con ritorno in treno (adatto per chi non è allenato ma ama la bicicletta). I vantaggi? Non servono transfer in quanto i percorsi bike partono dalla soglia dell’hotel. La famiglia Holzer accoglie gli ospiti facendoli sentire a casa. La cucina è deliziosa e l’area benessere è un paradiso per riposare, in particolare la piscina panoramica è un luogo indimenticabile dove riposare dopo le lunghe pedalate. La spa dell’hotel ha molto da offrire, tra qui 7 saune e sale relax.

Il pacchetto MOUNTAINBIKE – BIKE INTENSO TRE CIME DOLOMITI propone anche un corso di tecnica: con i consigli su guida e tecnica della guida esperta si possono superare tutti gli ostacoli. Servizi inclusi: 4 gite in mountainbike guidate con la Bikeacademy Dolomiti di Sesto incluso il corso di tecnica, utilizzo illimitato per le funivie Dolomiti di Sesto incluso il trasporto bicicletta, un buono per un valore di Euro 65,00 per Berghotel’s Zirm SPA & Badl per un massaggio dello sportivo VitaAlpina (ottimo dopo una giornata di attività in montagna) o un bagno all’iperico con fiori di fieno (i fiori di fieno sciolgono le contratture muscolari e articolari) o un trattamento al viso “Hydro Wellness plus” con ottimi prodotti della linea Gertaud Gruber. Inoltre sono inclusi la Cartina Mountainbike & GPX Tours più la consulenza individuale. Info e prezzi: www.berghotel.com, tel. 0474 710386.

Leggi anche Benessere sulle Dolomiti e Alta Pusteria, estate 2018.

E' TEMPO DI SCIOGLIERE LE VELE... I MARI ITALIANI TI ASPETTANO