Zischghof: il primo hotel delle erbe dell’Alto Adige

Sono le erbe le protagoniste di questo hotel dal nome curioso: Zischghof. Tanto difficile da pronunciare quanto paradisiaco per rilassarsi nel benessere. Incorniciato dalla catena montuosa dolomitica del Latemar, il Kräuterhotel Zischghof si immerge perfettamente nella natura che lo circonda: è stato il primo hotel specializzato in erbe, “kräuter” nella lingua tedesca, di tutta la zona dell’Alto Adige e da quest’anno è stato riconosciuto come Klimahotel. Due primati davvero importanti. La famiglia Pichler, proprietaria dell’hotel, trasmette la passione per le erbe e per la natura in ogni dettaglio.

La natura

Dalla cucina naturale (la chef è Elisabeth Pichler che vizia gli ospiti con piatti delicati, gustosi, insaporiti o decorati con erbe e fiori) ai trattamenti della spa a base di erbe, dall’arredamento realizzato con pregiati legni non trattati al mood famigliare che trasmette serenità: lo Zischghof è un hotel speciale. E che sia speciale, lo si percepisce varcando la soglia. Si entra praticamente dal quinto piano, ci si affaccia alla balconata e, due piani più sotto, dal bancone di legno della reception, lo staff dà il benvenuto con il sorriso, spiegando di scendere con l’ascensore oppure percorrendo la bella rampa di scale che disegna una spirale. L’ingresso parla da solo. Decine di decorazioni realizzate con legno, materiale naturale, fiori, erbe profumate accolgono con mille profumi gli ospiti. Una kermesse di angoli dove lo sguardo si posa per osservare i dettagli che Elisabeth e Margit Pirchler creano con la natura. Come bambini, ci si ritrova ad accarezzare tronchi di cirmoli, pietre e uccellini sapientemente intagliati nel legno.

La passione della famiglia Pichler

La famiglia Pichler costruì la struttura iniziale negli anni ’70, con l’idea di una tradizionale “Gasthof”, ovvero una pensione per alloggiare i turisti che diventavano sempre più numerosi. Con il passare degli anni hanno ampliato e rimodernato l’antico albergo e nel 2011 l’hanno reso un 4 stelle. Il materiale principalmente utilizzato per rivestimenti esterni, interni e mobili è il legno, come quello di noce, abete, larice e quercia, scelta non casuale: i giovani figli Walter e Margit hanno fatto questa scelta per sentirsi un tutt’uno con la natura e richiamare i meravigliosi paesaggi che questa zona ha da offrire attraverso delicate composizioni e decorazioni composte da muschio, cortecce, foglie, animali intagliati nel legno e ramoscelli. Il legno è naturale, non trattato, e soprattutto non passa mai di moda. Una scelta eccellente, che rispetta l’ambiente e valorizza l’hotel collocandolo nel suo territorio alpino, un paradiso circondato dalle Dolomiti. L’impatto sull’ambiente è un argomento che sta a cuore alla famiglia: in ogni corridoio vi è infatti un mobile per la raccolta differenziata che, ordinatamente, permette di dividere carta, plastica e secco; il riscaldamento da ben dieci anni funziona a pellets, il riscaldamento dell’acqua funziona a pannelli solari e esternamente hanno le prese per ricaricare le macchine elettriche.

Klimahotel: ecologia al primo posto

“La progettazione è stata molto curata: la certificazione a Klimahotel è arrivata di conseguenza. Dopo aver ristrutturato l’hotel, ci siamo informati per capire se eravamo dentro i parametri e abbiamo ricevuto la prestigiosa certificazione” spiega Walter Pichler. Gli spazi comuni sono ampi e luminosi, la natura entra dentro la struttura: i magnifici paesaggi sono uno spettacolo e sono stati “utilizzati” al meglio.

Dalla bellissima piscina panoramica riempita con acqua alpina di fonte e con l’aggiunta di sale, le montagne sembrano un quadro. Nell’area wellness, la sauna finlandese ha una parete di vetro per sudare guardando il panorama; la sala relax sembra disegnata davanti a una scenografia da film.

Il benessere

Il menu dei trattamenti è ricco di proposte benessere: tutti i massaggi alle erbe si basano su un concetto sviluppato su tre temi, il primo è quello calmante, per trovare la calma interiore; il secondo è rilassante, per vivere il puro relax in vacanza, il terzo è rivitalizzante, per riattivare la circolazione. A seconda dell’erba prescelta per gli oli da massaggio, si può creare il massaggio che più assomiglia. La consulenza degli esperti di erbe aiuta a trovare i prodotti giusti, tutti caratterizzati dall’effetto antiossidante. Un esempio? Il massaggio “Relax e benessere” con olio biologico di calendula che regala alla pelle, specie a quella più sensibile, una preziosa protezione. Arricchito di essenze di cirmolo, abete, agrumi e vaniglia, questo massaggio calma il ritmo interiore di corpo e spirito.

Un’altra chicca è il massaggio con tamponi alle erbe, eseguito con compresse calde riempite di erbe aromatiche. Leggeri movimenti e delicati sfregamenti si alternano lungo i meridiani, con effetti depurativi, rilassanti, curativi e benefici per la pelle e per la muscolatura. Consigliato in caso di stanchezza e tensioni muscolari.

Le stanze

Ogni stanza è dedicata ad un’erba. Ad ognuno la sua. Tutte le stanze sono caratterizzate da ambienti ariosi, colori naturali e luci calde, sullo sfondo ci sono le maestose vette dolomitiche di Latemar, Corno Nero, Corno Bianco e Pala di Santa. Uno spettacolo ad ogni ora del giorno.

10 tipologie diverse, dedicate alle erbe di montagna, camomilla, malva, salvia di campo, fiore di sambuco, arnica, timo di campo, dente di leone, calendula e, infine la camera famigliare, ancora più spaziosa.

www.zischghof.it

LEGGI ANCHE LA BELLEZZA DEL LATEMAR

 

E' TEMPO DI SCIOGLIERE LE VELE... I MARI ITALIANI TI ASPETTANO