MENDRISIOTTO TERROIR: ITINERARI TRA VIGNETI DEL MERLOT

Mendrisiotto Terroir: in Ticino, a due passi dal confine italiano, in quel  lembo di terra svizzera che sembra allungarsi verso sud, verso l’Italia, ci sono le dolci colline del Merlot del Mendrisiotto, terra da vivere in modalità slow, che da secoli regala vini speciali, apprezzati e premiati con prestigiosi riconoscimenti. Non a caso, il Mendrisiotto è soprannominato “la Toscana della Svizzera”.

Con i suoi 360 ettari coltivati con le viti, è la zona vinicola più ampia di tutto il Canton Ticino. Il paesaggio in autunno si colora delle mille sfumature dei marroni e dei gialli, le viti si preparano per il riposo invernale e le colline, punteggiate dai piccoli paesi ticinesi e da cantine isolate tra i filari, diventano il territorio ideale per pedalare e scoprire questo angolo di Svizzera.

IL TERRITORIO DI MENDRISIOTTO TERROIR

Ogni pedalata, regala bellissimi scorci su antiche piazze, i percorsi sulle stradine sterrate che portano alle tantissime vigne sono uno zapping di immagini che invitano a fermarsi  per fare una foto, per indugiare qualche minuto a rilassarsi in questa natura amabilmente addomesticata sapientemente e dolcemente dall’uomo: perché il rapporto tra uomo e natura è antichissimo e la produzione del nettare di Bacco risale alla notte dei tempi.

La tradizione della coltivazione della vite è molto radicata nel Mendrisiotto e tra una pedalata e l’altra, tra una degustazione e l’altra, si entra in contatto con i viticoltori ticinesi, che trasmettono con semplicità la loro profonda passione nella produzione vinicola. Carlo Crivelli, ideatore e promotore del progetto “Mendrisiotto Terroir” spiega come  le iniziative proposte da “Mendrisiotto Terroir” non si limitano solo alla degustazione del vino e dei  prodotti tipici nei grotti (le caratteristiche locande ticinesi) ma intendono accompagnare i visitatori a esplorare edifici suggestivi come le Cantine di Mendrisio, ricche di storia e di tradizioni, oppure chiese e piccoli musei che tra passato e presente raccontano storie di passioni, arricchendo i programmi con attività “sul campo” per imparare a cucinare un risotto o un brasato al Merlot, produrre un tipico formaggino, creare e cuocere un vaso di ceramica, toccare con mano il marmo di Arzo o giocare a carte e a bocce con la gente del posto.

LE DEGUSTAZIONI DI MENDRISIOTTO TERROIR

Le esperienze che si possono fare con “Mendrisiotto Terroir” sono autentiche, così come autentici sono gli incontri con le persone che aprono le porte delle cantine e mostrano orgogliosi il loro “oro liquido”. E le degustazioni si prolungano in piacevoli chiacchierate, come alla  “Piccola Vigna”: Piermarco Soldini e Pierwalter Trapletti, amici da anni e cognati, intrattengono amabilmente gli ospiti con tanti divertenti aneddoti  (da ascoltare direttamente da loro) sulla storia della loro piccola ma celebre cantina, che produce solo 6 mila bottiglie l’anno:  una piccola quantità ma di grande qualità, che ha reso celebre l’etichetta per l’assegnazione importantissimi riconoscimenti (primo premio del campionato mondiale di Merlot e primo premio del Grand Prix de la Suisse con Merlot in purezza).

Tra i vigneti, si possono anche osservare piantagioni di tabacco. credit foto @alessandra-fusé

“Le visite organizzate da “Mendrisiotto Terroir” sono un’immersione in un mondo di emozioni, percorso passo dopo passo. È una pausa che riempie di stimoli, che consente di risvegliare gusti, sensazioni, sguardi assopiti dalla vita di tutti i giorni attraverso percorsi personalizzati incentrati sui cinque sensi e sulle attività primordiali: alimentarsi, dissetarsi, contemplare, camminare, muoversi, creare, scoprire, sognare” spiega Carlo Crivelli (nella foto in basso) “A sognatori, flâneur, romantici, artisti della vita, buongustai, appassionati d’arte e di cultura, MendrisiottoTerroir propone un viaggio attraverso paesaggi incantevoli e meditativi, edifici storici, luoghi sacri e profani”.

Carlo Crivelli, ideatore e promotore di Mendrisiotto Terroir credits foto @alessandra-fusé

LA NATURA DI MENDRISIOTTO TERROIR

La luce autunnale accarezza i paesaggi, la leggera bruma rende all’alba i confini indefiniti e l’immaginazione corre a disegnare i dettagli che si svelano man mano che il sole si alza: ci si stupisce nello scoprire che nelle acque del Roncaglia nel Parco della Valle della Motta sono tornati i gamberi e che vi nidificano 39 specie di uccelli; ci si ferma ad ammirare le opere di ingegneria naturalistica come le briglie in legno;  ci si può addentrare nelle grotte carsiche e nelle nevere del Monte Generoso; ci si imbatte in artisti e artigiani che si dedicano con passione alle arti più diverse: e non può mai mancare un brindisi con il vino del Mendrisiotto, ricordando le parole di Pierre Sansot  “In campagna, dopo una giornata di lavoro, gli uomini alzavano il bicchiere di vino all’altezza del viso, lo osservavano, gli facevano prendere luce prima di berlo con cautela. Gli alberi centenari seguivano il loro destino secolo dopo secolo e una tale lentezza rasentava l’eternità”.

Insieme ai vini, si degustano anche formaggi e salumi tipici

La bellezza dei vigneti, la dolcezza delle colline, il fascino del Monte Generoso, del Monte San Giorgio e della Valle di Muggio, l’accoglienza dei boschi e la musica dei suoi piccoli fiumi, il Laveggio e la Breggia, e un gran numero di piccole oasi di pace che vi consentiranno di creare quel legame che rende unico l’incontro con una regione e i suoi abitanti.

Mendrisiotto Terroir

Mendrisiotto Terroir, esperienze enogastronomiche, è un’iniziativa di  Borgovecchio Vini SA, azienda attiva nella distribuzione e produzione di vino, realizzata con il sostegno dell’Ente Regionale per lo sviluppo del Mendrisiotto e Basso Ceresio e in collaborazione con l’Organizzazione Turistica Regionale Mendrisiotto Basso Ceresio. L’iniziativa è inoltre sostenuta da Caffè Chicco d’Oro SA e dalla Società Commercianti del Mendrisiotto. La Borgovecchio SA nasce nel 1978 fondata da Tano Crivelli, enologo diplomato. Oggi fornisce in Ticino e in Svizzera oltre 300 ristoranti con una gamma di circa 1000 vini di qualità, è inoltre certificata IMO. Grande attenzione è data agli aspetti ambientali, sociali ed economici: il progetto “Libera Terra”, legata alle cooperative vinicole che producono ora vini sui terreni confiscati alla criminalità organizzata pugliese, con l’obiettivo di creare opportunità occupazionali ispirandosi ai principi della solidarietà e della legalità.

In collaborazione con diversi attori locali, alberghi, ristoranti, grotti, produttori vitivinicoli, agricoltori, casari, artisti, artigiani, commercianti e gli abitanti del territorio, MendrisiottoTerroir propone dei soggiorni sotto forma di pacchetti standard o su misura, destinati a chi desidera scoprire un territorio autentico in modo sostenibile. Propone un modo di viaggiare lento, dolce, che consente al visitatore di immergersi in un territorio apprezzandone i dettagli, i profumi, i sapori, incontrando e interagendo con le persone che vi vivono. Diversamente da un turismo imperniato su attività frenetiche, attrazioni artificiali, eventi spettacolari – che in sostanza sono identici indipendentemente da dove ci si trovi – con proposta MendrisiottoTerroir  consente al visitatore di creare un legame con le persone, il territorio, i suoi vini e prodotti alimentari, con tutte le sue caratteristiche.

Borgovecchio Vini: Carlo Crivelli spiega la filosofia del progetto Mendrisiotto Terroir alla stampa televisiva

BIKE ‘N’ WINE – Pedalando nel Mendrisiotto alla scoperta del vino

Il punto di partenza dell’escursione BIKE ‘N’ WINE si trova presso la sede di Mendrisiotto Terroir a Balerna. Qui si incontra la guida specializzata che accompagna per tutto il percorso i visitatori, a cui viene data la bici e un casco. La prima tappa prevede la visita di una cantina tradizionale della regione e vuole essere l’occasione per approfondire il tema del processo di vinificazione. Rimontati in sella si prosegue l’esplorazione dei vigneti del Mendrisiotto,  con degustazione dell’ottimo vino Merlot nel bel mezzo di un vigneto. All’ombra di un bel pergolato e con davanti una vista mozzafiato su tutto il Mendrisiotto, si impara a riconoscere il profumo e il gusto di un buon bicchiere di vino! Terminata la sosta e rimontati nuovamente in sella, si attraversano altri vigneti raggiungendo il punto di partenza dove è allestito il gran finale: una degustazione di vini regionali accompagnata da un ricco aperitivo preparato con prodotti della regione.

La sala degustazioni della cantina Borgovecchio, sede di Mendrisiotto Terroir

INFO UTILI 

Punto di partenza   

Mendrisiottoterroir c/o Borgovecchio SA, Via Sottobisio 5, 6828 Balerna

Come arrivare

Borgovecchio SA è facilmente raggiungibile con il treno. La stazione ferroviaria di Balerna si trova a soltanto 300 metri di distanza. In alternativa si può giungere in auto, ampi spazi per parcheggiare disponibili.

Data      26.10.2019

Orario di partenza          14:45

Nr. partecipanti               min. 4 – max. 16 persone – per assicurare un’esperienza boutique!

Distanza              5 km

Durata 3 ore

Difficoltà             facile

Incluso biciletta, casco, guida, visita di 2 cantine, degustazione di 6 vini della regione, aperitivo con prodotti tipici del Mendrisiotto

Cosa portare      vestiti comodi, scarpe sportive, protezione solare, macchina fotografica

Prezzo   CHF 75 per persona

Info: http://www.mendrisiottoterroir.ch/tour/bike-n-wine/

 

 

E' TEMPO DI SCIOGLIERE LE VELE... I MARI ITALIANI TI ASPETTANO