Puglia, Oriente e km zero

Non è facile immaginare un matrimonio tra la tradizione culinaria pugliese, quella orientale e la cultura del chilometro zero, invece al Vivosa Apulia Resort non solo è possibile, ma è addirittura uno dei punti centrali del benessere a tavola.

L’orto interno, rigorosamente bio, e l’esperta nutrizionista Paola Di Giambattista, uniti all’esperienza internazionale ed all’estro dell’executive chef, Mario Romano, che utilizza la tecnica di cottura Nishime, (dal giapponese “stufare a lungo” a vapore o pressione su griglia o al forno. Utilizzando le basse temperature, che non intaccano i valori nutritivi dei cibi,  hanno creato un’offerta per gli ospiti davvero unica nel suo genere che accosta la produzione locale di ortaggi freschi e controllati in ambiente salubre ad un equilibrio nutrizionale ideale, producendo come risultato finale un’esplosione di sapori, colori e genuinità. Qualcosa di introvabile altrove.

In questo Resort la cucina non è solo a tavola: i corsi di cucina per gli ospiti, le degustazioni di prodotti tipici e le dimostrazioni di preparazioni di specialità locali, come formaggi e pasta fatta in casa, regalano agli ospiti il Salento a 360 gradi e le sue emozioni gastronomiche, mentre i bambini potranno persino fare esperienza presso gli orti dove saranno guidati a vedere come nascono le zucchine e tutti gli ortaggi coltivati, oltre ad essere introdotti alla cultura del biologico come modo di generare ed ottenere benessere.

La pratica formula All Inclusive, con servizio di alta qualità, completa l’offerta in questo ambiente rilassante e sorprendente sotto tutti gli aspetti, dove bevande sia alcoliche che analcoliche, caffè, merende, snack e gelati, vengono serviti per tutto il giorno e sempre inclusi nel prezzo, in tutti i bar della struttura, inclusi il bar Scirocco, situato in spiaggia, ed al bar Dolce Vita della piscina. La colazione, il pranzo e la cena sono sempre a buffet, fatta eccezione per il solo ristorante con terrazza ‘A Puteca, “à la carte” e aperto solo a cena che propone specialità tipicamente regionali e mediterranee in un percorso gastronomico guidato dall’Executive Chef Mario Romano. Partendo dai ricchi sapori della Puglia, accompagna gli ospiti in un ricco zapping di proposte gastronomiche gourmet. E non è ancora tutto, l’attenzione è altissima anche per gli ospiti con intolleranze alimentari: i celiaci godono di un’ampia scelta di piatti dalla colazione alla cena in monoporzione certificati e preparati con seguendo le più rigorose tecniche gluten-free che terminano con il confezionamento nell’innovativo imballo Bake off, che garantisce da qualsiasi possibile pericolo di contaminazione ed è direttamente infornabile dagli ospiti stessi.

Nell’healthy corner, che include una proposta completa e variegata di alimenti per rispondere non solo ai diversi gusti, ma soprattutto alle esigenze degli ospiti che desiderano mantenere anche in vacanza le proprie abitudini ed una dieta sana e equilibrata, non poteva mancare il buffet vegano che unitamente al cruelty free, gluten free ed ai prodotti sugar free, completa l’offerta ed offre pasti freschi basati su diversi tipi di insalate e salse. Centrifughe detox e abbronzanti, marmellate, yogurt, formaggi, frutta fresca sono anche a disposizione per generare benessere senza rinunciare al gusto. Per finire, nella “terra del grano”, non poteva mancare una interessante ed ampia scelta di tipi di pane: lowcarb con semi e farine integrali, di semola di grano duro, avena, segale, frumento integrale, pane di Matera e persino il sardo carasau, oltre alla tipica brioche leccese, a cereali e torte artigianali. Dopo cena il Damiano’s è il Club lounge del Vivosa Apulia Resort attende gli ospiti per sorseggiare un drink, ballare nella terrazza con suggestiva vista sulla piscina e terminare nel migliore dei modi la giornata.

Per queste sue caratteristiche uniche al mondo e grazie alla Nutritional Consultant Paola di Giambattista, allo chef Mario Romano e al loro perfetto e vario piano alimentare orientato al benessere psicofisico, nel 2016 il Resort è stato premiato il prestigioso riconoscimento “The Shell”, attribuito dal network internazionale Unique Antistress Resorts in the World. Niente nasce per caso e l’executive chef, Mario Romano racconta: «Lavoro nelle cucine degli alberghi da trentasei anni, e in tutto questo tempo ho attraversato culture gastronomiche e regimi dietetici ben diversi fra loro. Sono approdato qui dopo Sicilia, Val d’Aosta, Danimarca, Francia, Germania, Egitto, e con gli anni è cresciuta l’esigenza di apprendere e promuovere un modo più intelligente di avvicinarsi al cibo: e credo sia un’esigenza universale, dato che siamo ciò che mangiamo. La mia idea di base è che si parte dalle materie prime e dalla loro preparazione per arrivare alla bellezza. Per questo cerco di organizzare una ristorazione all’insegna del colore, dell’energia e della varietà, in cui frutta e verdura, specialmente quella prodotta a chilometro zero nell’orto del Resort, devono avere un posto centrale».

Il segreto concreto del  suo Energy cooking è quindi «Prima di tutto la formazione di cuochi e camerieri: tutti coloro che trasformano o servono i cibi devono avere un approccio positivo al proprio lavoro. Non serve far saltare le zucchine in padella o appoggiare i calici sul tavolo, se l’ospite non riceve un messaggio sereno ed energizzante nel contatto personale. Sia nel ristorante “Via Appia”, dove ci si serve da soli, sia nel locale tipico salentino “A puteca”, cerco di proporre la mia concezione di alimentazione equilibrata, che utilizza le proprietà curative di alimenti antiossidanti, antinfiammatori e diuretici: lo zenzero, ad esempio, ma anche il rafano e il topinambour. Senza rinunciare agli sfizi della cucina pugliese, che vogliamo onorare con le nostre serate a tema sulla pasta, sui latticini e sul pesce». www.vivosaresort.comSalva