Nottingham, fantasmi al museo

NELLA TERRA DI ROBIN HOOD, UN CASTELLO SORGE SU 500 MISTERIOSE CAVERNE

Robin Hood statue outside Nottingham Castle

Esistono davvero i fantasmi? E’ possibile che ci sia un museo infestato dagli spettri? Chi ha visitato quello di Nottingham, città legata al leggendario fuorilegge Robin Hood, giura di sì: il National Justice Museum è rinomato come uno degli edifici più infestati al mondo e nel 2014 è stato eletto edificio più infestato della Gran Bretagna. Gli angoli più bui e nascosti del museo, generalmente non accessibili al pubblico, vengono aperti in occasione dei terrificanti Ghost Tour e Terror Tour, organizzati il venerdì e il sabato sera, alle ore 18.00. Accanto alle solenni aule di Tribunale in stile vittoriano, alle segrete del XVII secolo e alle celle del XIX secolo, oggi il museo offre nuove attività interattive e aree espositive.

UN MONDO SOTTERRANEO

Sotto la città di Nottingham, si cela un mondo di oltre cinquecento caverne, molte delle quali create in epoca medievale. Il soffice sostrato di arenaria rese possibile lo scavo di queste grotte scolpite a mano. Molte di esse furono create come cantine o depositi e alcune possono vantare un’affascinante rilevanza storica. Al di sotto del Nottingham Castle si snoda un labirinto di caverne artificiali, che fu protagonista nella storia del castello stesso. Si pensa che nel 1330 Re Edoardo III si sia introdotto nel castello attraverso questi passaggi per mettere a segno il colpo di stato contro sua madre, Isabella di Francia, e l’amante Ruggero Mortimer, rei di aver cospirato per deporre e assassinare il padre, Edoardo II. Ruggero Mortimer fu condannato a morte per tradimento e si dice che il suo fantasma si aggiri per un galleria in particolare, conosciuta qui come Mortimer’s Hole.

le caverne sotto il castello di NOTTINGHAM

Il Nottingham Castle Museum & Art Gallery sorge sul sito di un castello normanno dell’undicesimo secolo, che fu eretto per imporre la legge in una città notoriamente ribelle. Sia la città che il castello sono associati al leggendario fuorilegge Robin Hood e ad alcuni celebri sovrani, tra cui Guglielmo il Conquistatore, Riccardo Cuor di Leone e Riccardo III. L’edificio attuale è un raffinato palazzo ducale risalente al 1678. Incendiato nel 1831 da alcuni ribelli che protestavano per ottenere una riforma elettore, il palazzo fu poi ristrutturato e riaperto nel 1878 come prima galleria d’arte municipale al di fuori di Londra. Oggi, le collezioni qui esposte includono alcune raffinate opere di maestri olandesi e nordeuropei del XVII secolo, oltre a lavori di rinomati artisti contemporanei, tra cui Grayson Perry, Wolfgang Tillmans e Sam Taylor-Johnson.

Da non perdere è anche la foresta di Sherwood, un tempo parte della riserva forestale di caccia reale: si tratta della leggendaria zona in cui si svolgevano le avventure di Robin Hood. Situata a un’ora di auto a nord di Nottingham, la foresta si estende su oltre 180 ettari che comprendono antiche aree verdi popolate da specie vegetali autoctone. Secondo la leggenda, Robin e la sua banda di allegri compagni si nascondevano all’interno del tronco cavo di un’enorme quercia, conosciuta come Major Oak, per sfuggire ai loro nemici, tra cui lo Sceriffo di Nottingham. Si stima che quest’albero epico, che si erge nel cuore della Foresta di Sherwood, abbia tra gli ottocento e i mille anni ed è talmente imponente che sin dall’epoca vittoriana si è reso necessario installare un’impalcatura per sostenerne i rami. L’ingresso alla foresta è gratuito ed è possibile percorrere numerosi sentieri tra gli alberi e le radure. Ogni anno, ad agosto, si tiene il Robin Hood Festival, con rievocazioni dal vivo delle gesta di Robin Hood, giostre medievali, giullari e falconeria.

Museum di Nottingham

UN TOUR ALLA SCOPERTA DI ROBIN HOOD

Ezekial Bone, guida turistica che può vantare diversi riconoscimenti, è celebre per il suo Robin Hood Town Tour, durante il quale accompagna i visitatori attraverso i luoghi storici di Nottingham per raccontare la storia del leggendario fuorilegge. Il tour si conclude con un boccale di birra allo Ye Olde Trip To Jerusalem, locanda storica che risale al 1189 e che può rivendicare di essere la più antica in tutta l’Inghilterra. La città divenne un importante centro per la manifattura tessile in epoca vittoriana, quando i più raffinati pizzi realizzati a macchina al mondo provenivano proprio da qui.

La contea del Nottinghamshire si trova nel cuore dell’Inghilterra. Il capoluogo, Nottingham, dista 1 ora e 40 minuti di treno a nord di Londra. A poco più di 30 minuti a sud-ovest della città, si trova l’East Midlands Airport, servito dalle compagnie aeree low cost Jet2.com e Ryanair e collegato a diverse città europee.

Nottingham Castle

Dove dormire

Sito nel centro città di Nottingham, l’Igloo, è un ostello alla moda, che associa arredamento vintage ricavato dal processo di upcycling a confort extra lusso, come materassi in memory foam e TV a schermo piatto. La struttura dispone inoltre di camere comuni, sleepbox, stanze singole, doppie e familiari, alcune delle quali con bagno privato. Info: www.visitbritain.com

E' TEMPO DI SCIOGLIERE LE VELE... I MARI ITALIANI TI ASPETTANO